venerdì 9 febbraio 2018

"Natale sotto le stelle" di Karen Swan, recensione


Buon venerdì Readers! 

Sono state settimane assurde e sono super felice di poter finalmente pubblicare una recensione! Era da un po' troppo tempo appesa tra le bozze e finalmente ci sono riuscita. 



Trama

Meg e Mitch hanno realizzato il loro sogno. Stanno per sposarsi e vivono sulle cime innevate delle Montagne Rocciose canadesi, dove abita anche una coppia di amici, Tuck e Lucy. Meg e Lucy si comportano come due sorelle, mentre Tuck e Mitch sono riusciti a trasformare la loro passione per lo snowboard in una professione di successo. Tutto sembra andare per il verso giusto, finché un giorno una tempesta di neve improvvisa colpisce la zona portando con sé la tragedia. Mentre Mitch è fuori casa impegnato in una missione di salvataggio, Meg, rimasta sola nella sua baita, cerca disperatamente aiuto tramite una radio satellitare. Dopo vari tentativi, riesce a mettersi in contatto con una voce sconosciuta che giunge da molto lontano. La voce di qualcuno che può vedere ciò che lei non potrebbe neppure immaginare… E così, mentre i giorni passano e la neve inizia a sciogliersi, Meg è costretta ad aprire gli occhi sul proprio passato e sulle persone che la circondano, e si rende conto che quel sentimento di amicizia in cui riponeva tanta fiducia e che adesso dovrebbe sostenerla forse non era esattamente quello che lei pensava…

 Recensione
 "Quando infine l'ultima rosa cadde, esangue e sacca sul prato di sotto, quando il fil di ferro spuntò dal tetto dritto come i capelli sparuti sulla testa di un vecchio, quando vide le pallide ceneri di un amore grande e meraviglioso sparse sulla neve, Meg crollò in ginocchio, esausta e senza fiato. Ma non pianse comunque"
E' la seconda volta che mi cimento a leggere un romanzo di Karen Swan e se il primo mi aveva colpito per l'ironia e la pazzia genuina dei personaggi, questo è l'esatto opposto.

Con la trama a rivelare poco o niente saranno le Montagne Rocciose a svelare tutti i segreti e i retroscena  di questi protagonisti.

Dico questi e non questa perchè scrivere in terza persona ha permesso alla Swan di farci conoscere a turno i pensieri di tutti i protagonisti. Non c'è un'alternanza capitolo per capitolo, ma anche nello stesso è possibile trovare due personaggi.

Non nego che è stata una lettura complessa. Sia per la trama tremendamente intrecciata sia a volte per la pesantezza dei capitoli.

Ma, nonostante questo, quando tutti i nodi sono venuti al pettine, non ho potuto non congratularmi con la bravura dell'autrice per essere riuscita a nascondere tutti i segreti più importanti così bene.
"Per chiunque altro quello era intrattenimento televisivo, per Ronnie, ma per Meg... lui era il suo amico, la sua voce nel cielo, il suo angelo in orbita."
Quando sono arrivata a circa un quarto, non vi negherò che la mia voglia di continuare era quasi pari a zero. L'ho messo da parte, mi sono concentrata su altro, e alla fine ho deciso di portarlo al termine.

Non me ne sono pentita e se siete intenzionati a leggerlo, non fermatevi ai primi capitoli. Piano piano, tutta la confusione passerà per lasciare il posto ad una gran bella storia.

Se siete alla ricerca di una storia esclusivamente d'amore non è il libro che fa per voi. Ma, se amate i libri intrecciati con molti misteri dentro e quel pizzico di romance che non gusta, correte a leggerlo! 

Un bacio,
 Angela



Nessun commento:

Posta un commento