martedì 25 aprile 2017

"Il mio sbaglio più grande" di Penelope Douglas, recensione


Titolo: Il mio sbaglio più grande 
Autrice: Penelope Douglas 
Genere: New Adult
Editore: Newton Compton Editori 

Giudizio: ❤❤❤❤❤
Passione ❤❤❤❤❤

Devil'n night series
1. Il mio sbaglio più grande, Michael e Erika
2. Hideaway (2017 in lingua originale)
3. Kill Switch (2018 in lingua originale)
4. Nightfall (2019 in lingua originale) 



"Lei era lì, io ero lì. Però non ero solo. E qual era la cosa migliore? Lei non sapeva che noi sapevamo. Stavamo per presentargli il conto e lei era all'oscuro di tutto." 



Trama 

Si chiama Michael Crist. È il fratello maggiore del mio ragazzo ed è come quei film dell'orrore che guardi coprendoti gli occhi. È bellissimo, forte, e assolutamente terrificante. È il campione della squadra di basket del suo college e ora è diventato un professionista. Non mi vede neppure. Ma io l'ho notato. L'ho visto, l'ho sentito. Le cose che ha fatto, i misfatti che ha nascosto. Per anni mi sono mangiata le mani, incapace di distogliere lo sguardo. Ora sono all'università ma non ho smesso di osservarlo. È un pessimo soggetto, e non so quanto ancora riuscirò a tenere segrete le cose che gli ho visto fare.

Si chiama Erika Fane, ma tutti la chiamano Rika. È la ragazza di mio fratello ed è sempre in giro per casa nostra, sempre a cena con noi. Abbassa lo sguardo quando entro io, e quando le sono vicino è come pietrificata. Riesco sempre a percepire la sua paura, e anche se non possiedo il suo corpo, so di avere la sua mente. È l'unica cosa che voglio. Almeno finché mio fratello non si arruola, e io trovo Rika da sola al college. Nella mia città. Indifesa. L'occasione è incredibilmente allettante. Perché tre anni fa per colpa sua alcuni miei amici sono finiti in prigione, e ora sono usciti. Abbiamo aspettato. Siamo stati pazienti. E ora tutti i suoi incubi stanno per avverarsi.



Recensione 

 Non c'è posto poi per l'ombra dove batte forte il sole,Siamo solo due satelliti che si crederanno liberi,Su quest'orbita si gira,senza mai uscirne fuori Non c'è posto in cui può smettere questo nostro folle amore  

Quando una storia mi piace, i personaggi mi colpiscono e mi entrano dentro, molto spesso mi capita di associarli inevitabilmente ad una canzone. 

Per me Rika e Michael sono come due satelliti. Si sono sempre girati intorno, senza mai incontrarsi se non per sbaglio. E quale canzone li poteva rappresentare meglio se non questa di Marco Mengoni? 


"Per anni avevo desiderato disperatamente che mi guardasse, e alla fine ecco che mi aveva concesso qualcosa - un unico frammento di un unico giorno - ma ora me lo portava via, come se di fronte a lui ci fosse il vuoto." 


Nella piccola città di Thunder Bay,  la vita scorre tranquilla. I ricchi fanno la loro vita da snob, insabbiamo le malefatte dei figli e fanno finta di non vedere i tradimenti nella loro vita coniugale. 

Molte cose sono già scritte e il destino di Erika, Rika per tutti, è una di queste cose. Dovrà sposare Trevor il figlio più piccolo dei Crist così lui e suo padre potranno ottenere tutta la sua eredità. Ma entrambi non hanno messo in conto i sentimenti che lei ha sempre provato per il fratello maggiore di Trevor, Michael. 

Michael ha da sempre evitato ogni contatto con Rika. L'ha tenuta un secondo in braccio quando lei era appena una neonata e subito il padre mise le cose in chiaro: "lei non è proprietà tua e non lo sarà mai. Dovrà diventare la futura sposa di tuo fratello". Crescendo però, evitarla e non guardarla diventava sempre più difficile, e nella notte in cui tutti chiudono gli occhi e fanno finta di non sapere chi si nasconda dietro le maschere dei cavalieri, decide di vedere se davvero Erika ha bisogno di essere protetta oppure se riesce a cavarsela da sola. 

"Si, c'erano cose che volevamo, impulsi che provavamo, ma assecondare questi desideri comportava delle conseguenze che non sempre eravamo disposti ad accettare."


Una notte, una singola notte del Diavolo per stravolgere tutto. Tra capitoli al presente e quelli al passato, scoprire cos'è realmente successo quella notte diventa una sfida per molti lettori. 

Questa storia, la storia di tutti loro è diventata una droga! 

Avevo già letto altri libri della Douglas e avevo apprezzato in maniera piena il suo modo di scrivere, ma qui... siamo su un altro livello. 

Fino ad ora non mi ero mai trovata a leggere una storia così fuori dagli schemi, così diversa da farmi tremare di paura un secondo prima, e farmi restare fuori dai panni l'attimo dopo. 
Probabilmente non è un New Adult adatto a tutti. Se non si riesce ad andare "oltre" la ragione, leggere questo libro diventa quasi impossibile. 

Ho apprezzato Rika per il suo sangue freddo e il suo coraggio nell'affrontare tutto questo da sola. 
Ho adorato Michael perché nel momento decisivo ha saputo scegliere, e ha fatto la cosa giusta. Ho odiato due dei personaggi, perché lasciatemelo dire se lo meritano proprio!

Per tutto il libro sono stata divisa in due: da una parte la parte razionale di me che diceva “Angela, davvero puoi accettare due protagonisti così violenti e vendicativi, il cui unico scopo è ferire?”, il cuore invece “A però… questi due si amano e non lo sanno. Si ostinano a stare lontani per equivoci successi anni fa.” 

Mi inchino alla bravura della Douglas per aver creato una storia talmente surreale e amabile da far andare molti lettori contro i propri principi. 
Non ho trovato una singola scena banale in tutta la lettura. Ti aspetti che le maschere cadano da un momento all'altro e invece..  arrivi al finale con il fiato in gola come se stessi scappando tu stessa da tutto quel dolore senza sapere come andrà a finire.  

"La lezione più importante che si impara nella vita andrebbe imparata il  prima possibile. Che non devi vivere nella realtà che qualcun altro ha inventato. Non devi fare niente che non vuoi fare. Mai."  

I capitoli finali sono stati incredibili. Non ho potuto mettere giù il libro fino alla fine. Sospettavo che qualcosa di brutto potesse accadere, ma il colpo di scena finale, mi ha lasciato senza fiato! Quando vale il detto “l’apparenza inganna”.

Michael e Rika pur essendo due protagonisti diversi dal mio prototipo mi sono entrati sottopelle. Con i loro giochi meschini e cattivi mi hanno fatto innamorare di loro.  Ho dimenticato tutto quello che si erano fatti. Volevo solo vederli insieme. Sono andata contro i miei principi e lo rifarei ancora. 

Non vedo l'ora di poter leggere gli altri libri che compongono la serie e scoprire qualcosa di più su gli altri personaggi. Al momento si hanno delle date incerte. Il secondo libro sarà pubblicato nel 2017 mentre per gli altri due bisognerà aspettare due anni! Ma credo che ne varrà la pena ;) 

Un bacio, 
Angela 

Nessun commento:

Posta un commento