sabato 25 marzo 2017

"The Protector" di Jodi Ellen Malpas, recensione



Titolo: The protector
Autrice: Jodi Ellen Malpas
Genere: New Adult/ Erotic Romance
Editore: Newton Compton Editori



Giudizio:❤❤❤❤+

Passione:❤❤❤❤





Buon sabato book readers! 
Avete già programmato questi due giorni di relax prima dell'inizio dell'ultima settimana di marzo? 
Io sono intenzionata a leggere (tanto) e recuperare due episodi di Grey's Anatomy che non sono ancora riuscita a vedere. 

Ho iniziato il romanzo "Emma in love" di Lidia Otelli e anche se al momento non mi sta facendo impazzire sono intenzionata a portare a termine la lettura al più presto ;) 





Trama

La gente pensa di sapere davvero chi sia Camille Logan: una giovane figlia di papà, bella, viziata e con un conto in banca che le permette di fare la vita che vuole. Ma Camille ha deciso di liberarsi per sempre dai legami familiari e di cavarsela da sola. All’inizio commette parecchi errori, ma dopo aver passato un lungo periodo di sofferenze, finalmente sembra essere riuscita a conquistare indipendenza e felicità. Proprio quando tutto sembra andare come aveva sempre desiderato, però, le conseguenze di alcuni rapporti d’affari intrattenuti da suo padre con persone senza scrupoli minacciano seriamente la sua serenità. Camille, in bilico tra risentimento e paura, deve anche stare in guardia dalle contromisure che il padre vuole adottare per difenderla. Ma nulla le servirà per proteggersi dai sentimenti burrascosi che le suscita l’ex cecchino pagato per sorvegliarla…

Recensione 


"Non riesco a immaginare come deve essersi sentito lui. Così forte, eppure così vulnerabile. Mi ricorda qualcuno. Me. La maggior parte di me è solo facciata. Dentro, mi sento come se stessi costantemente combattendo i miei demoni. Io e Sharp siamo molto più simili di quanto mi faccia piacere ammettere."

Quando ti ritrovi tra le mani un libro come questo, il tuo primo pensiero è che si tratti di un altro romanzo pieno di scene erotiche e privo di contenuto. Scoprire invece una storia che va al di là dell'alchimia tra i due protagonisti è sempre un piacere. 

Jake e Camille con i loro caratteri così diversi, il loro modo di fronteggiarsi e il passato difficile da dimenticare, mi hanno incuriosito fin dai primi capitoli. 

Hanno entrambi un carattere forte e testardo. Camille è stanca di essere vista dal padre come un burattino incapace di scegliere da sola e Jake non ha la minima intensione di andare avanti. La sua mente, il suo cuore, sono rimasti ad un terribile pomeriggio di quattro anni fa. 

Insieme, riusciranno a creare un rapporto al di poco bizzarro. L'inizio sarà divertente per il loro modo di fronteggiare l'intrusione nella vita di un'altra persona. Nella parte centrale, smettono di nascondere la loro chimica e iniziano a darci qualche scorcio del loro passato. Nel finale... forse è stato troppo veloce in alcuni punti, ma non si può negare che sia bello vedere come tutto può cambiare, e non in maniera negativa. 



"Sta cercando di farmi parlare. E allora tengo la bocca chiusa, lo ignoro di nuovo. Sta rendendo la mia vita un inferno, e ho intenzione di restituirgli il favore."

Jake ha bisogno di uno scopo, di qualcuno da seguire, da proteggere. Il suo obbiettivo è quello di tenere la mente occupata e impedire che flashback sul suo passato lo trasformino in una mammoletta con le gambe tremanti e la vista appannata. 

Da quando aveva sette anni, dopo che i suoi genitori sono stati uccisi nell'attentato di Lockerbie, lui sapeva che da grande avrebbe combattuto il male. Si arruola nell'esercito e la sua bravura a sparare lo rende uno dei cecchini più temuti dell'intero corpo dei Sas. Ma, l'amore per una donna che gli ha spezzato il cuore, lo rende incapace di compiere il suo lavoro con lucidità. Compie delle scelte sbagliate che lo perseguiteranno per sempre. 

Camille, non vuole essere considerata solo la figlia di suo padre. Non vuole i suoi soldi o il suo cognome. Vuole essere conosciuta e apprezzata per quello che realmente è: una donna indipendente, capace di crescere dopo aver commesso diversi errori, ma soprattutto sa quello che vuole o in questo caso non vuole. 

"Sono uno stronzo, disturbato e contorto, con l'anima e il cuore nero. Non dovrei rischiare di infettarla con i miei demoni. Eppure, allo stesso tempo, sono qui a sperare che lei possa essere la cura che non stavo cercando." 

Essere affiancata giorno e notte da un tipo come Jake non sarebbe semplice per nessuno. L'odio e il disprezzo che gli legge in faccia ogni volta che la guarda.. gli fa salire il sangue alla testa ed è pronta a tutto pur di allontanarlo dalla sua vita. Eppure c'è qualcosa in lui che la spinge a volerlo conoscere meglio, ad aiutarlo. Ma come puoi aiutare una persona che non vuole essere aiutata? Che ha un passato difficile alle spalle?  Semplice, iniziando a dare e ricevere piccole briciole. Giorno dopo giorno, minuto dopo minuto iniziano a conoscersi sempre meglio e pur cercando di resistere all'attrazione... cedono. Non pensando alle conseguenze, non tenendo conto delle minacce che Camille ha ricevuto. 

Ora, quale sarà la minaccia più grande? I loro sentimenti, o quelle lettere minatorie che sembrano non portare a niente? 

Ero molto indecisa se leggere o meno questo libro, però ora posso assicurarvi di aver trascorso delle ore davvero piacevoli in loro compagnia e se dovessi rileggerlo lo rifarei anche ad occhi chiusi. Spero davvero che ci sarà un seguito, mi accontenterei anche di una piccola novella, perché sono curiosa di avere uno scorcio sul loro futuro insieme.

Fatemi sapere cosa ne pensate, 
Angela ❤



Nessun commento:

Posta un commento