sabato 21 ottobre 2017

"Cosa ho fatto per amore" di Susan Elizabeth Phillips, recensione


Buon sabato readers! 

E' da un po' che non ci vediamo... diciamo che in questi dieci giorni il mio tempo libero per leggere è stato quasi nullo e di conseguenza sono indietro anche con le recensioni :( 

Oggi però ho deciso di proporvi un romanzo frizzante ideale per un weekend spensierato. 

L'ultimo romanzo della Phillips è un esplosione di ironia ed di amore. Per scoprirne di più vi basta leggere la recensione ;) 





Trama

Per Georgie York, un tempo la protagonista di una delle sitcom preferite dagli americani, è proprio un periodo no. La sua carriera cinematografica è in stallo e dover badare a suo padre la sta facendo letteralmente impazzire. Per di più, suo marito l’ha appena lasciata... Un bel danno d’immagine per una delle attrici più amate dal grande pubblico. In un momento del genere, andare a Las Vegas e imbattersi nel suo ex collega, il detestabile ma fascinoso Bramwell Shepard, sarebbe stata per chiunque la peggiore delle soluzioni. Ma Georgie non è una donna come le altre, la sua vita è uno straordinario e inestricabilegroviglio di guai. Quando ai suoi però si aggiungono quelli di Bramwell Shepard, la situazione diventa a dir poco esplosiva, perché i destini dei due ex rivali sono più legati di quanto loro stessi avessero mai sospettato.

Dalla penna di una delle grandi maestre del romance internazionale, intrighi amorosi, vanità, ripicche e gelosie, per una commedia romantica indimenticabile, raccontata con la giusta dose di ironia e sensualità, sullo sfondo della città più pazza e trasgressiva d’America.



Recensione


"Quanto era stupida. Quando avrebbe capito che doveva pensare a sé stessa? Se voleva cambiare il corso della carriera, doveva inseguire i suoi obiettivi e fregarsene degli altri. Lui non avrebbe mai fatto un sacrificio simile per lei. Ma a Georgie non importava. Perché Georgie York era una dannata altruista." 

Georgie fin da piccola è stata davanti ad una telecamera e ha quasi dimenticato cosa significhi essere se stessi. Il suo obbiettivo nella vita sembra essere compiacere gli altri e mai se stessa. Un padre concentrato sulla sua carriera e mai a dimostrarle affetto, un divorzio che ha diviso l'opinione pubblica, oltre ad averle spezzato il cuore, e un ex collega pronto a tutto pur di umiliarla come sul set della sitcom che li ha resi famosi. 

Bramwell sa bene a quali conseguenze portano le scelte sbagliate. Dai "donne" e soldi ad un ragazzo che non ha mai avuto niente, e lui riuscirà a comportarsi da incosciente e a rovinare tutto. Ora però lui non è più quel ragazzo. Ha messo la testa a posto. Non fuma più né si droga. Solo che nessuno lo crede. Quando Georgie gli offre la possibilità di ripulire la sua immagine.. lui non ci pensa proprio a lasciarsi sfuggire un'occasione del genere.


Solo che la finzione ben presto romperà lo schema e il velo tra realtà e recitazione diventerà sempre più sottile. Il loro sarà un amore vero o il fantasma di quello che vorrebbero che fosse?





"Georgie osservò il suo ex marito. Bram e suo padre avevano ragione. Lance era come un gigantesco pezzo di tofu. Non aveva un sapore proprio. Assorbiva quello delle persone che lo circondavano." 


È il secondo libro della Philips che leggo e devo dire che anche questa volta mi ha saputo catturare per l'ironia e la freschezza dei suoi protagonisti.


Non farsi contagiare dall'allegria di Georgie sarà difficile. In alcuni momenti avrei volentieri dato uno schiaffo a Bram per la sua stupidità, però che vogliamo farci... i maschi di solito ci mettono sempre più tempo a capire. Soprattutto quando si tratta di capire noi donne ;) 


La trama non brilla di per originalità, ma è il modo in cui i caratteri dei protagonisti si fondono a rendere il tutto piacevolissimo. Mi hanno sorpreso anche quando tutto sembrava un cliché, e vi posso assicurare che non è per niente semplice. 

Anche gli altri personaggi danno un tocco importante alla storia. Dall'ex marito/tofu di Georgie, ad una produttrice che serba un profondo rancore per Bram. 

Tra passato e presente, la storia ci porta a vedere in maniera tangibile il cambiamento che avviene nei protagonisti e farci delle grosse risate anche in momenti non opportuni! 



Sono tanti i libri della Philips che no ho ancora letto, e ora so di aver trovato un porto sicuro quando il lato romance avrà bisogno di personaggi frizzanti ed ironici. 


Rispetto al suo primo romanzo che ho letto ("La prima stella della notte"), questa volta la trama e i protagonisti mi hanno preso un po' di meno, ma posso assicurarvi che se avete voglia di passare qualche ora in compagnia di protagonisti ironici e divertenti avete trovato il libro che fa per voi! 

Buon sabato, 
Angela ❤







2 commenti:

  1. Buongiorno; volevo avvisare che c'è una sorpresa per il tuo blog! Se vuoi aderire ben venga, altrimenti fa lo stesso

    http://ioamoilibrieleserietv.blogspot.com/2017/10/blogger-recognition-award.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao! Grazie mille *-* passo subito a dare un'occhiata!!

      Elimina