lunedì 21 novembre 2016

"Hai cambiato la mia vita" di Amy Harmon, prossimamente


Titolo: Hai cambiato la mia vita
Autrice: Amy Harmon
Genere: Romance/Adult
Editore: Newton Compton Editori 

Data di uscita: 26 Gennaio 2017


Formato ebook:4,99€

The Law of Mosè
1. Hai cambiato la mia vita 
2. The song of David 





Buon inizio settimana book readers! 

Quando ho visto la data di uscita del nuovo romanzo di Amy Harmon, il mio cuore si è riempito di gioia. 

E' stato definito un libro che va oltre le apparenze. Emotivamente potente, pieno di dolore, di verità.. da tornarci con il pensiero anche dopo averlo letto.

Non vedo l'ora che sia gennaio ❤


Trama 

Così comincia una storia fatta di dolore e belle promesse, angoscia e guarigione, vita e morte. Una storia con un prima e un dopo, nuove partenze e falsi arrivi. E, più di tutto, così inizia una vera storia d’amore. Qualcuno l’aveva trovato avvolto in un asciugamano, nel cesto della biancheria di una lavanderia a gettoni: aveva solo un paio di ore di vita, ma era già vicino alla morte. Lo chiamarono Mosè. Quando dettero la notizia al telegiornale delle dieci dissero che era il figlio di una tossicodipendente e che avrebbe avuto problemi di salute. Ho immaginato il bambino-crack come se avesse avuto una gigantesca frattura lungo il corpicino, come se si fosse rotto mentre nasceva. Sapevo che crack significava ben altro, ma quell’immagine si cristallizzò nella mia mente. Forse fu questo ad attrarmi fin dall’inizio. È successo tutto prima che io nascessi, e quando incontrai Mosè e mia madre mi raccontò la sua storia, era diventata una notizia vecchia e nessuno voleva avere a che fare con lui. La gente ama i bambini, anche i bambini malati. Anche i bambini-crack. Ma i bambini poi crescono e diventano ragazzini e poi adolescenti. Nessuno vuole intorno a sé un adolescente incasinato. E Mosè era molto incasinato. Mosè era un caso a parte. Diverso da tutti gli altri ragazzi, ma anche affascinante, e molto, molto bello. Stare con lui avrebbe cambiato la mia vita in un modo che non potevo immaginare. Forse sarei dovuta rimanere a distanza di sicurezza. Ascoltare i consigli della gente. Mia madre mi aveva avvertito. Anche Mosè mi aveva avvertito. Ma non sono riuscita a rimanergli lontana. Questa è la nostra storia.

Nessun commento:

Posta un commento