sabato 3 settembre 2016

"Ovunque con te" di Katie MCGarry, recensione




Titolo: Ovunque con te
Autrice: Katie McGarry
Genere: Ya Adult
Editore: HarperCollins Italia

Giudizio:❤❤❤❤+



Passione:❤❤







Buon sabato book readers! 


"Ma forse il mondo non è così bianco o così nero. Magari c'è spazio anche per qualche sfumatura di grigio."

Ecco a voi la recensione di "Ovunque con te". 



Trama 


Emily ha 17 anni ed è felice della propria vita così com'è. Certo, non può negare di essere curiosa riguardo al suo padre biologico, quello che ha preferito unirsi a un club di motociclisti - il Regno del Terrore - piuttosto che essere genitore. Quando però una timida visita si trasforma in una lunga vacanza estiva tra parenti che non sapeva di avere, una cosa le è chiara: niente è come sembra. Il club, suo padre, e nemmeno Oz, un ragazzo che ti ipnotizza con i suoi occhi blu e che può aiutarla a capire quella vita. Oz desidera una cosa sola: unirsi al Regno del Terrore. Loro sono quelli buoni. Proteggono la gente. Loro sono... una famiglia. Mentre Emily è in città, Oz glielo dimostrerà. Così, quando il padre di lei gli chiede di tenerla al sicuro da una banda rivale con un conto da regolare, per Oz è un sogno che diventa realtà. quello che non sa è che Emily potrebbe infrangerlo, quel sogno

Recensione 

"Le nostre paure finiscono per soffocarci e , in fin dei conti, temiamo soltanto le cose che non comprendiamo. La paura può trasmettersi di generazione in generazione, come il colore degli occhi, Io voglio bene a tua madre, ma voglio bene anche a te. Non voglio vedere le paure di tua madre diventare le catene che limitino anche te."

Non posso negarlo, quando vedo un libro a colpirmi, non è solo la trama o l'autore, anche la copertina gioca un ruolo importante. La prima volta che vidi "Ovunque con te" rimasi affascinata dai colori ed essendo un'appassionata di Yang Adult, non ho saputo resistere alla tentazione e l'ho letto. 


E posso dire di aver apprezzato il mio intuito fino alla fine! Katie McGrarry, non è una novità delle librerie Italiane, e quando si vede il suo nome su una copertina di un libro si va quasi a colpo sicuro. 


"Ovunque con te" non è solo una storia d'amore tra i due protagonisti, a caratterizzarla è anche "l'amore" verso la famiglia. Quella famiglia che Emily non ha mai conosciuto, che non ha mai sentito sua. 

"Quanti di noi vivono sotto una campana di vetro, pensando di andare dritti per la nostra strada, e invece giriamo sempre attorno agli stessi luoghi e alle stesse persone, senza sapere cosa c'è al di là del nostro mondo ovattato. "

Lei è cresciuta sotto una campana di vetro, lontana dagli eventi che hanno portato i suo genitori a dividersi, lontana da club di motociclisti che rispettano la legge e con delle leggi e gerarchie tutte loro. 

Quando si ritrova in questa piccola città, dove tutti sembrano sapere tutto, ma nessuno vuole dirgli niente,tranne sua nonna Olivia, capisce che è il momento di crescere e di capire chi è realmente. 

Più tempo passa con loro, più non riesce a capire per quale motivo sua madre è fuggita via. Loro sono una famiglia, non una famiglia tradizionale, ma si proteggono le spalle a vicenda e darebbero la vita l'un per l'altro. Si inizia a trovare bene con loro. Inizia ad apprezzarli, ma soprattutto rivaluta il suo padre biologico. Inizia a creare un rapporto con lui, ad apprezzarlo e ad amarlo. 

E poi, si innamora. Piano piano, istante dopo istante Oz diventa molto di più del suo protettore. Diventa suo amico, suo complice, suo amante. 

Così diversi e così simili. Gli unici che possono riuscire a spezzare questo circolo vizioso che dura da troppo tempo. 

Riuscirà nonna Olivia a seminare abbastanza indizi per portarla alla verità? Riusciranno lei e Oz ad avere il loro lieto fine, o gli errori e i segreti del passato rischieranno di sommergere anche loro  e il loro amore? 

Un bacio, 
Angela. 


Nessun commento:

Posta un commento