sabato 18 giugno 2016

"Uno splendido sbaglio" di Jamie McGuire, Recensione



Titolo: Uno splendido sbaglio
Autrice: Jamie McGuire 
Genere: New adult 


Editore: Garzanti



Giudizio:❤❤❤❤-

Passione:❤❤ ❤❤-





Book Readers, mi dispiace di non essere stata particolarmente presente questa settimana, ma la morte di una signora giovane che conoscevo mi ha scosso..tanto. Ho lasciato tutto com'è e non ho avuto la concentrazione per scrivere...

Oggi ritorno per raccontarvi la storia di Cami e Trent. Buona lettura. 



Trama 

Agli occhi di tutti Cami è forte e indipendente. Al secondo anno all'Eastern University vive sola e si paga gli studi facendo la barista al The Red Door. Ma dietro quell'aria da ragazza determinata e testarda nasconde tutte le sue insicurezze. Perché Cami è dovuta crescere in fretta, circondata dai suoi possessivi fratelli e da un padre che non ha mai approvato nessuna sua scelta. Trent Maddox fa il tatuatore e sa come mettersi sempre nei guai. Se nasce una rissa spesso l'ha cominciata e se c'è un cuore spezzato è lui il ragazzo per cui si spendono tante lacrime. Qualcosa nel suo passato gli ha lasciato ferite profonde mai rimarginate e ha deciso di chiudere il mondo fuori. Nel suo caso vale un solo avvertimento: stargli alla larga. Cami conosce bene le sue conquiste e bravate, ed è attenta a mantenersi sempre a distanza di sicurezza. Perché il fuoco è caldo e accogliente, ma quando ci si avvicina troppo si rischia di bruciarsi. Fino alla sera in cui si incontrano per caso e Trent le offre da bere. Senza un secondo fine, vuole solo esserle amico. Cami non ci crede e avverte subito il pericolo, non ha intenzione di farsi travolgere da lui come fanno tutte le altre. Non si può essere solo amiche di un ragazzo come Trent. Eppure standogli accanto, giorno dopo giorno, scopre che il marchio Maddox di spavalderia e arroganza è solo uno scudo per non soffrire. Uno scudo che nasconde un'inaspettata dolcezza. E provare a stare lontano da Trent diventa sempre più necessario, ma impossibile.


Recensione 

Continua la mia avventura nelle vicende dei fratelli Maddox. Dopo aver amato la storia di Travis e Pidge è arrivato il momento di conoscere Cami e Trent. 

Trent e Travis sono considerati un po' da tutti la seconda coppia di gemelli Maddox. Oltre alla somiglianza fisica anche il loro carattere è simile. Hanno lo stesso atteggiamento nei confronti delle donne, lo stesso carattere impulsivo e la stessa capacità di amare. Non c'è niente da fare quando un Maddox si innamora è per sempre e di certo Trent non aveva preso in considerazione la riservata barista del Red che conosce fin dai tempi della scuola.. o forse si? ;) 

La loro è una sfida contro dei segreti che Cami non è pronta a rivelare e che non può rivelare. Con una famiglia complicata alle spalle, non permette a molti di entrare nella sua vita, ma quando un giorno si ritrova costretta ad un appuntamento con Trent e con una bellissima bambina, non riesce a dire di no. 

I loro incontri sporadici iniziano  a diventare un'appuntamento fisso. Il modo che Trent ha di inserirla nella sua vita, inizia a fargli mettere in discussione il rapporto con il suo fidanzato T.J. 

Lei sa che T.J è impegnato con il suo nuovo lavoro di cui non gli può rivelare molto, sa che il tempo da dedicare a loro è poco, sa anche che continuando così non può andare avanti, soprattutto perchè i sentimenti che prova per Trent aumentano di giorno in giorno e inizia ad essere difficile evitarli. 

Devo ammettere che Jamie McGuire è stato un puro genio del male. Tutto questo riserbo sul personaggio di T.J, ti porta ad una curiosità insostenibile e quando scopri chi è per davvero.. ho dovuto rileggere quel nome tante volte perchè non potevo crederci. E' un qualcosa a cui non penseresti mai. 

Leggere questo libro mi è piaciuto e anche i personaggi nel loro complesso sono belli. Se prima di loro non avessi conosciuto la scrittura della McGuire, credo che il giudizio finale sarebbe stato più alto. 

Pur non volendo fare paragoni con la coppia Travis/Abby, è impossibile non pensarci e ricordare le emozioni provate con loro. 

Diciamo che Trent e Cami sono stati un libro leggero senza troppe pretese. Un libro che ricorderai, soprattutto per il legame con quelli precedenti. Mi hanno dato emozioni, ma in maniera lieve, come una leggera scossa in superficie. 

Ora sono immersa nei personaggi di Thomas e Liis e sono convinta che anche qui ci sarà da sognare. 

Buon sabato, 
Angela. 




Nessun commento:

Posta un commento