martedì 9 febbraio 2016

"Invisibile" di Andrea Cremer e David Levithen - Recensione


Titolo: Invisibile: 
Autori: Andrea Cremer e David Levithan 
Genere: YA Fantasy
Editore: Newton Compton Editori 

Data di uscita: 14 gennaio 2016 


Giudizio: 

Passione: 





Era tantissimo tempo che non leggevo un libro Ya fantasy. C'è stato un periodo in cui leggevo solo questo, poi ho smesso e nessun altro libro mi ha catturato abbastanza da farmi dire "Va bene, ricominciamo a leggere qualche Fantasy", fino a quando non mi sono imbattuta in "Invisibile". 

Fatemelo dire, è stato il ritorno al genere più bello che potessi desiderare! 


Trama 

Stephen è abituato a non essere notato. È nato così. Invisibile. A causa di una maledizione. Elizabeth ha desiderato spesso di essere invisibile. Se la gente non ti vede, nessuno può ferirti. Quando i due si incontrano però, qualcosa cambia per sempre nelle loro vite. Stephen si accorge con stupore che Elizabeth riesce a vederlo, e la ragazza si rende conto che desidera essere vista da Stephen, che non ha paura di mostrarsi a lui. Cosa sta succedendo? Da dove ha origine la maledizione che pesa sulla famiglia di Stephen? All’improvviso i ragazzi si ritrovano catapultati in un mondo segreto popolato da maghi e stregoni, di fronte a una scelta difficile, che mette in gioco il loro amore e le loro vite.

Recensione 

Quante volte abbiamo desiderato di essere invisibili? di poterci nascondere da tutto e da tutti? Io direi tante. Insieme a questo però, almeno io, speravo che tutto potesse durare che so, qualche ora, al massimo un giorno, perchè l'idea di non essere visti per sempre è qualcosa di spaventoso. 

Ora immaginatevi un bambino che appena nato, non è stato visto dalla mamma. Lei percepiva il peso del suo corpo, ma non lo vedeva. Poteva toccargli il viso, ma non sapere di che colore avesse gli occhi. Accarezzargli i capelli, ma non vederli. E neanche lui. L'unica cosa che poteva fare era ascoltarlo. Perchè la sua voce era l'unica cosa che poteva conoscere. Guardandosi allo specchio, non vedeva la sua immagine riflessa, ma solo il riflesso della stanza. Tutto questo è terribile ed è la storia di Stephen. 

"Voglio che una persona mi veda. Tra le centinaia che ci sono qui. Tra le migliaia presenti. Voglio che soltanto una di loro mi chieda che ore sono. me chieda cosa stia facendo. Incroci il mio sguardo"

Suo padre, non reggendo alla pressione scappa e si ricostruisce una vita. Sua madre invece gli resta accanto e lo ama incondizionatamente. Gli resta vicino fino a quando non esala l'ultimo respiro e a quel punto al ragazzo invisibile non resta più niente. Solo un appartamento vuoto con troppi ricordi e un palazzo e un quartiere in cui girovagare. 

Ma tutto cambia e acquista una luce nuova, nel momento in cui la sua nuova vicina di casa lo vede e lo saluta come un essere normale. Come un essere visibile. 

Com'è possibile tutto ciò? La maledizione è stata spezzata? No, è solo questa strana ragazza che ha questo potere. Per il resto del mondo è sempre invisibile.



"Non posso dirle che è la prima persona per cui provo dei sentimenti..perchè non è così. Ma, allo stesso tempo, non posso dirle che è la prima persona per cui abbia mai provato dei sentimenti e che sa che esisto. Perchè è così. E questo la spaventerebbe di sicuro."

Iniziano a passare sempre più tempo insieme e in poco tempo si rendono conto che non sono solo due estranei, due vicini. Sono diventati di più. E a questo punto continuare a mantenere il segreto diventa impossibile per Stephen. 



"Quello che sto cercando di dire è che ho trascorso gli ultimi quattro mesi della mia vita ad imparare a stare sola, a evitare il mondo, odiando praticamente chiunque osasse anche solo guardarmi di sfuggita. Ma quando sono con te, non voglio più essere quelle persona"

Così inizia la loro avventura. Iniziano ad immergersi in un mondo parallelo di cui non sospettavano niente. Tutte le cose che molto spesso avvengono di fronte ai loro occhi iniziano ad acquistate un nuovo significato. 


Riusciranno a sconfiggere la maledizione? Riusciranno ad amarsi liberamente senza doversi più nascondere e stare attenti? 

Non nego che il finale è bello ma brutto.. troppe domande girano intorno alla storia. E' un finale-non finale... lascia tutto in sospeso. 

Ma, questo non toglie che il libro merita e anche tanto.

Un bacio, 
Angela 



































Nessun commento:

Posta un commento