sabato 24 ottobre 2015

"The Girl" di Abigail Barnette - Recensione


Titolo: The girl 
Autrice: Abigail Barnette 
Editore: Newton Compton Editori

Serie: THE BOSS

   1. The boss
   2. The girl
   2.5  The Hook up
   3. The wedding
   4. The ex
   5. The baby (non ancora uscito in USA)



Giudizio: 
Passione: 

Emozione, dolore  e realtà.
Sono questi i sentimenti che scaturiscono dalla lettura di questo libro.
Sono stati toccati argomenti davvero delicati, profondi ma soprattutto attuali.
Da un libro del genere uno non si aspetta  delle emozioni e dei temi trattati così profondamente. Ed è la vera  sorpresa e la forza dell’autrice.
Il primo di aveva stupita e conquistata, ma questo mi ha letteralmente fatto innamorare.


Trama 

Disoccupata, sola e disperata, Sophie Scaife sembra aver perso tutto. La sua relazione con il magnate dell’editoria Neil Elwood è in crisi e Sophie teme che dovrà affrontare la decisione più dolorosa della sua vita contando solo su se stessa. Ma quando una terribile diagnosi medica costringe Neil a tornare a Londra, la ragazza non ha dubbi, è l’occasione per mettere da parte orgoglio e prudenza e seguire l’uomo che ama. Nonostante le difficoltà del momento, Sophie e Neil riescono a tener viva la fiamma della passione: lei è determinata a eseguire ogni ordine del suo Signore senza alcuna riserva e le loro eccitanti fantasie diventano una straordinaria via di fuga da angosce e preoccupazioni. Anche se entrambi sanno che la loro felicità potrebbe essere di breve durata, perché Sophie rischia di perdere Neil, questa volta per sempre.



Avevamo lasciato Sophie e Neil ad affrontare due situazioni importanti.

Sophie ha scoperto di essere incinta, mentre Neil, che ha il cancro da diversi anni, non può più negarlo perché è ora di intervenire e non c’è alternativa se non il trapianto di midollo.

Sono separati, ma non riesco ad andare avanti. Neil vorrebbe proteggere Sophie, ma lei non ne ha bisogno.

Lei vorrebbe abortire, ma non ha il coraggio di farlo senza averlo prima detto a lui.

I due temi che sono trattati in maniera più “cruda” sono il cancro e l’aborto.

Quello che mi ha scosso di più è stato l’aborto. Per tutta la lettura ero divisa a metà. Da una parte capivo le ragioni che li hanno spinti a prendere questa decisione, ma dall’altra la mia parte cattolica  e cristiana mi diceva che no, non era giusto. È inutile negare che quando è stato descritto nei particolari il procedimento, una parte di me era felice per la verità messa nera su bianco, ma l’altra continuava a dire no, non riesco a immaginarmi di fare una cosa così, o che qualcun altro abbia la forza di farlo.

Non ho ancora risolto il dilemma interiore e credo che non ci riuscirò mai. Però, non posso che non apprezzare la bravura dell’autrice di inserire in un libro erotico dei momenti così toccanti ed emozionanti.

Il cancro di Neil è stato un altro asso duro da affrontare. Purtroppo, per come stanno le cose ora, quando leggi queste storie non poi non pensare a persone che conosci e che stanno affondando questa situazione.

Il dolore, la chemioterapia, il non sentirsi padroni di se stessi e il non riuscire a fare le cose più semplici da soli portano all’umiliazione. E Neil deve affrontare una grande sfida. Lui riesce ad avere sempre tutto sotto controllo, pianifica la sua vita in maniera precisa, ma ora non può farlo, perché il padrone del suo destino non è più lui ma è il cancro.

All’interno di questi che secondo me sono gli scenari più importanti, ci sono tanti piccoli passaggi ed evoluzioni che fanno apprezzare il libro ancora di più.

In primo luogo l’avvicinamento di Sophie  e Emma. Un rapporto complicato e burrascoso perché hanno la stessa età e due caratteri completamenti diversi. Nel libro precedente non avevano avuto modo di conoscersi meglio, ma la malattia di Neil le farà avvicinare in un modo definitivo.

Anche il non aver addolcito i rapporti tra Valerie e Sophie è stata una scelta saggia. Dopo l’odio profondo che abbiamo visto, un avvicinamento credo che sarebbe stato forzato e innaturale.

Per ultimo, ma non per ultimo, troviamo l’amore tra Neil e Sophie. Si potrebbe pensare che una ragazza di 26 anni, con in testa l’obbiettivo di far carriera non rinuncerebbe mai ad abbandonare tutto per seguire l’uomo che ama e con cui sta da qualche mese dall’altro lato del mondo. Eppure lo fa. Lascia amici e parenti e scommette tutto su questa unica persona, e possiamo dire che vince alla grande!

Dall’altro lato Neil è sicuro di quello che prova per Sophie, ma non riesce a lasciar cadere le vecchie abitudini. Invece di discutere le questioni importanti con le, continua a farlo con la sua ex.
Questo creerà qualche dissapore, ma tutto può essere risolto.

Un altro tratto importante è la loro sessualità. Prima dell’inizio dei trattamenti ci danno dentro per cercare di “fare il pieno” per superare i mesi che seguiranno.

Ma non si perderanno d’animo e anche se Neil, potrà essere più uno spettatore che un leone, troveranno il modo per tenere alta la loro passione e anche la nostra ;-)

Bene, per ora è tutto alla prossima.

Una bacio,
Angela. 

Nessun commento:

Posta un commento