martedì 18 agosto 2015

"The best Friends" - Anteprima




Ecco a voi The best friend series. Ho visto parecchie volte in giro questi libri, ma ad essere sincera non mi attiravano molto le copertine, ma oggi dopo una casuale letture della trama dell'ultimo uscito, mi sono resa conto che c'è del potenziale dietro questa serie e quindi si, mi sono sbagliata a giudicare "un libro dalla copertina". Per avere il successo che sta avendo credo che la storia sia avvincente e che i tre libri si facciano leggere con curiosità. Raccontano la storia di due  coppie diverse. I primi due libri sono incentrati su Alessandro e Martina mentre l'ultimo su Elisa e Andrea. 

Vi lascio la trama di ogni libro :* 





 
"Il mio miglior nemico" è il primo dei tre libri e racconta a storia d'amore tra Martina e Alessandro. Da nemici giurati e possibili innamorati. Potrà funzionare? Saranno in grado di mettere da parte il rancore e andare avanti? 


Trama

Martina Aurora Grandi ha un problema, anzi più di un problema, con l'imminente matrimonio del suo unico fratello. Primo: non sopporta la sua futura cognata; secondo: sua madre vuole coinvolgerla in tutti i modi, contro la sua volontà, nei preparativi di un matrimonio che non vede di buon occhio; terzo: non ha ancora comprato il vestito che dovrà indossare per la cerimonia che si terrà da lì a una settimana; quarto:e questo è il punto dolente, dopo aver passato due anni a ignorare con successo il suo nemico giurato, dovrà rivederlo perché è il testimone dello sposo, nonché miglior amico di suo fratello, nonché l'unico e solo colpevole di tutte le sue disavventure adolescenziali. L'unica cosa che la conforta è che, con ogni probabilità, lo rivedrà solo un giorno, massimo due, prima del matrimonio e a quel punto il suo amico/coinquilino Michael sarà lì con lei per darle tutto il sostegno di cui avrà bisogno.
Contro ogni pronostico, Marti se lo troverà davanti casa il giorno del suo arrivo. La domanda del secolo è: che ci fa Alessandro Negri, meglio conosciuto come la Iena, davanti casa sua nove giorni prima del matrimonio?
Per rovinargli la vita e mettere a dura prova la sua sanità mentale, già compromessa, ovvio. 



“Simone ma di che ca… cavolo stai parlando?”.
“Alessandro, il ragazzo con il quale hai litigato qua poche ore fa, è ubriaco marcio e si è addormentato su uno dei tavolini”, mi spiega.
E io che c’entro? Perché chiama me? “Mi dispiace. Io che posso farci?”.
“Devi venirlo a prendere”, risponde come se fosse la cosa più ovvia del mondo e, lasciatemelo dire, non lo è.
Io? Se ha appena ammesso che poche ore fa stavamo litigando, cosa gli fa credere che andrò a recuperare quell'alcolizzato?
“Non ci penso proprio! È adulto e vaccinato ed io non sono la sua dannata babysitter”.
“Vuoi che lo metta ubriaco al volante?”. (...) 


 “Alessandro!”, lo chiamo e… tutto tace. Riprovo. “Ale!” e… ancora niente, anzi, a dirla tutta, inizia anche a russare. Non è possibile!
Ok, basta con i metodi zen, proviamo con il metodo Marti. Lo so, non dovrei, ma sono le tre passate del mattino e ho sonno e questo, di sicuro, è il metodo più efficace.
“Cazzo!”, urla dopo che gli sferro un calcio negli stinchi. “Chi è?”.
Zen zero. Marti uno. (...) 


“Dammi le chiavi della macchina”. Lui, invece di ubbidirmi, scuote la testa. Sta scherzando vero? Non siamo più all’asilo. “Dammele”, urlo tanto da attirare l’attenzione di Simone che sta pulendo il bancone. Dio ti prego, fa che riesca a portare questo bambino fuori di qui prima che Simone abbia finito di pulire.
“Nooo. Nooo. Nooo”, canticchia la Iena ubriacona.
Se lo schiaffetto di prima l’ha fatto male, quello in arrivo sarà letale. “Dove sono? Guarda che ti mollo qui e me ne vado”, lo minaccio.
“No Marti, ti prego, rimani”, mi supplica bloccandomi per una mano.
“Andiamo via insieme se solo ti decidessi a darmi quelle stramaledette chiavi”.
Si alza e, dopo aver ritrovato un po’ di equilibrio, indica la tasca dei pantaloni. “Sono qui, prendile”. (...)










"Il mio peggior amico" è la continuazione della storia tra Martina e Alessandro. 

Chissà se riusciranno ad avere il loro lieto fine :) 




Trama 

Martina ha evitato Alessandro per due anni ma, dopo aver trascorso alcuni giorni in sua compagnia, le carte in tavola sono cambiate.
Ormai Martina sa che non riuscirà più a farne a meno, ma riuscirà a fidarsi di lui?

Alessandro è innamorato della sorellina del suo miglior amico da nove anni e finalmente è arrivata la sua occasione.
Il problema è che Martina non riesce a fidarsi (non ha tutti i torti in effetti), ma Alessandro è disposto a tutto pur di raggiungere l'obiettivo: vuole Martina. Riuscirà nell'intento? 




La porterò a fidarsi di me… “Ho un’idea”, annuncio quasi urlando.
Marti mi guarda e sorride, un sorriso vero che coinvolge anche gli occhi. “Illuminami”.
“Diventiamo amici!”. Ok, so già che impazzirò e che mi sto tirando la zappa su i piedi da solo, ma rinunciare a Marti è fuori discussione.
Lei mi scruta dubbiosa, forse per capire se parlo sul serio o meno, prima di scoppiare a ridere. “Noi amici? Tu riusciresti a essere mio amico, accetteresti un mio eventuale flirt…”.
“Frena donna!”, la interrompo. Un eventuale flirt? Col cazzo! “Noi diventeremo amici solo per costruire delle buone fondamenta per la nostra futura storia d’amore, non ci sarà nessun eventuale flirt, te lo assicuro”. (…)








"Prenditi cura di me" è l'ultimo libro della serie e mette da parte Alessandro e Martina per dedicarsi alla sua migliore amica: Elisa. 
Elisa che incontrerà Andrea che gli dedicherà e gli farà passare una notte indimenticabile  e lo stesso vale per lui..


Elisa Speciale conduce una vita piuttosto monotona e passa il suo tempo libero con i suoi miglior amici: Martina e Michael. Non esce con un uomo da quando si è lasciato il passato alle spalle -o almeno così pensava- tralasciando la notte in cui, in un momento di incoscienza, si è data a un uomo appena conosciuto in un bar. L’uomo che le ha regalato la miglior notte della sua vita e di cui non sa il nome.
Andrea Grandi fa sempre quello che vuole senza ascoltare gli altri -caratteristica che hanno tutti i Grandi- e non ha una buona opinione delle donne: “Tutte delle stronze!”. Forse perché sua sorella è la stronza per eccellenza? Forse perché ha scoperto che la donna che stava per sposare lo tradiva?
Andrea non desidera né relazioni né legami, finché non rincontrerà la ragazza che gli ha regalato una notte indimenticabile.
Cosa accadrà quando l’ossessione si scontrerà con il rifiuto? 




Vedo le sue palpebre fremere e so che sta per svegliarsi; lo so, dovrei spostarmi ma non riesco a muovermi. Appena i suoi occhi incontrano i miei, vedo le pupille dilatarsi. Quando realizza del tutto che sono ad un palmo dal suo viso, si alza di scatto e, cazzo, il mio naso è vittima di una brutta collisione. Indietreggio di un paio di passi con una mano sulla zona lesa e delle lacrime iniziano a sgorgare dai miei occhi.
Ho appena ricevuto una capocciata sul naso.
“Oddio… scusami”.
Elisa si alza per raggiungermi, impacciata. “Cazzo che dolore! Hai una testa dura, ragazza”.
Il dispiacere che si leggeva sul suo viso svanisce e al suo posto compare l’irritazione. “Be’, non ti ho chiesto io di avvicinarti a me. A proposito, cosa ci fai qui?”, mi chiede portandosi i pugni chiusi sui fianchi.
“Veramente questa sarebbe la mia camera”, le faccio notare.
“Veramente, per il momento è la mia camera”.
Cosa? Stiamo scherzando? “Ah, io sono stato così gentile da cederti la mia camera e adesso ne rivendichi il possesso?”.
“Esatto!”, conferma.
“Tutto questo è frutto dell’influenza dovuta al troppo tempo che passi in compagnia della mia pazza sorella”.
“Scusa se te lo dico, ma tu non mi sembri poi tanto normale”. (...)





E questo per il momento è tutto. Naturalmente vi rinnovo il mio invito a lasciare un commento sotto. Per farmi sapere il vostro giudizio su questi libri :) 

Nessun commento:

Posta un commento